campus-agricoltura

informazioni utili

Partite di calcio in streaming, le novità fino al 2021

Chi ama il calcio da tutti i punti di vista non solo va allo stadio, e piazza le scommesse sportive online sulla propria squadra del cuore, ma quando non può andare in trasferta è interessato pure al calcio streaming hd. In particolare, per vedere la Serie A nella stagione 2017-2018 sarà possibile abbonarsi a Sky oppure a Mediaset Premium, ma in futuro per quel che riguarda le coppe europee ci saranno importanti cambiamenti.

Nel dettaglio, per la stagione 2017-2018 l’esclusiva delle dirette Tv, valide per le partite di calcio di Champions League, sarà ancora di Mediaset Premium che è titolare dei diritti di trasmissione per l’Italia potendo peraltro mandare in onda il martedì o il mercoledì anche un match in chiaro su Canale 5, ma per le stagioni 2018-2019, 2019-2020 e 2020-2021 per Mediaset Premium scatterà ufficialmente il game over.

Per le successive tre stagioni la Champions League, infatti, tornerà nelle mani di Sky che si è aggiudicata il bando Uefa, e che sempre per il 2018-2019, 2019-2020 e 2020-2021, continuerà a mandare in onda in diretta Tv ed in esclusiva pure l’Europa League. In pratica non dalla prossima stagione, ma dalla successiva, per vedere le partite infrasettimanali di coppa occorrerà essere necessariamente abbonati a Sky. Dalla stagione calcistica 2018-2019, tra l’altro, l’offerta Champions League nel nostro Paese sarà un prodotto ancora più appetibile per gli abbonati in quanto saranno ben quattro le squadre ai nastri di partenza nella fase a gironi alle quali aggiungere altre tre squadre italiane ammesse all’Europa League.

C’è invece ancora più di un’incertezza sul calcio domestico, ovverosia sull’assegnazione dei diritti Tv per la Serie A validi sempre per il triennio 2018-2021. Il primo bando messo a punto dalla Lega di Serie A, infatti, ha portato da un lato Sky a fare un’offerta al ribasso, e dall’altro addirittura Mediaset Premium non ha neanche partecipato.

Si procederà così con la messa a punto del nuovo Bando che con ogni probabilità porterà ad una rimodulazione dei pacchetti per l’acquisizione dei diritti Tv fermo restando che la Lega di Serie A intende portare a casa una cifra attorno al miliardo di euro. Nel non assegnare i diritti Tv con il primo bando, non a caso, l’Assemblea di Lega di Serie A aveva bocciato le offerte citando il fatto che queste non sono state rispondenti a quello che è il reale valore del calcio italiano.